Ecoinplast: produrre nel presente, pensando al domani

Specialisti nel supporto e formazione alle Imprese che vogliono entrare nel mondo digitale

Ecoinplast: produrre nel presente, pensando al domani

14 Aprile 2013 Varie 0

Produrre materiale per l’edilizia nel rispetto… Nel rispetto dell’ambiente, delle relazioni umane e lavorative, delle normativa naturalmente, ma anche dell’etica industriale.

Sono queste le prerogative di Ecoinplast, un’azienda della provincia di Frosinone che si occupa della realizzazione di manufatti prefabbricati in calcestruzzo, che poi mette a disposizione per la realizzazione di capannoni e strutture portanti per grandi complessi industriali e produttivi.

Armonia, innovazione e responsabilità sono le tre  parole chiave dell’azienda del frosinate, nata alla fine degli anni’60 per volontà della famiglia Marvelli. Ma come è possibile tutta questa attenzione etica in un’azienda impegnata nel comparto edile, dove ci si immagina che si lavori, senza troppi pensieri, punto e basta ?

Come ci spiegano i titolari, tutto è nato da un cammino di responsabilità sociale che attraversa  tutti i comparti della filiera, per rispondere all’assunto che il prodotto finale si può dire responsabile solo quando tutti i partecipanti aderiscono ai principi etici che l’azienda si è data.

L’armonia si esprime nelle relazioni che trasformano un’azienda in comunità e soprattutto nella  centralità della famiglia, che non solo compone tutta la struttura organizzativa dell’azienda ma è stata anche perno di valori e conoscenze, fra la prima generazione e la seconda la quale ha potuto sperimentarsi sia nel proprio territorio sia oltre i confini nazionali.

Un percorso che ha portatola Ecoinplast ora in Cina e prima ancora in Russia, sostenendo una piccola realtà nell’ emancipazione dal localismo a diventare una dei maggiori competirors in questo settore.

L’internazionalizzazione non è pensata in una prospettiva svalutante di delocalizzazione e quindi sottrazione, ma di dislocamento che permette una crescita sia esterna che interna, quindi un’aggiunta; così è stato per lo stabilimento Cinese nato per seguire il cliente, data la difficoltà di trasporto e di costo dei manufatti in calcestruzzo, aiutando in un momento di crisi acuta gli stabilimenti italiani.

La responsabilità è a tutto tondo, verso i propri collaboratori, clienti, fornitori e ambiente, pensato come un bene da tutelare e lasciare alle generazioni future.  Questa consapevolezza  verso il proprio territorio e comunità ha condotto l’azienda ad aderire a un progetto delle Nazioni Unite che cerca di trovare delle soluzioni alla globalizzazione coinvolgendo il mondo del buisness.

Per fare questo la ricerca e l’innovazione hanno un ruolo di primo piano e sono costantemente al lavoro. Il risparmio energetico e le pratiche di riciclo sono centrali e pensate in modo innovativo.

La prima opzione prevede chela Ecoinplast divenga azienda pilota per un’analisi dei consumi e per l’applicazione di nuove forme di illuminazione, mentre il riciclo ha avuto sempre un ruolo di primo piano in un’azienda che produce numerosi scarti alcuni dei quali non smaltibili.

Vuoi un parere?
Non ti costa nulla.


Dalla ricerca sul  riciclo dei materiali plastici indifferenziati  e la loro trasformazione si è arrivati al progetto Plast Review, che parte da un’idea imprenditoriale nella quale  la plastica fusa viene miscelata con la sabbia per produrre  pavimentazione.

Ecoinplast ci mostra come l’innovazione, la ricerca, un approccio etico, l’investimento umano nelle relazioni, possono generare pratiche virtuose che coinvolgono sia il posto di lavoro che tutta la comunità, per migliorare un presente in un’ottica del domani.

Vuoi un parere?
Non ti costa nulla.