6 modi super efficaci per scrivere annunci AdWords

Specialisti nel supporto e formazione alle Imprese che vogliono entrare nel mondo digitale

6 modi super efficaci per scrivere annunci AdWords

13 Maggio 2015 Blog 0

Google AdWords è lo strumento a pagamento per comparire nei risultati di ricerca. Ma non solo.

Permette di essere sempre in cima, ma ha delle limitazioni. Se lo hai già utilizzato sicuramente ti sei chiesto:

“Perché solo 25 caratteri nel titolo, Perché non posso scrivere la parola “clicca qui”? Ma questo è ciò che vogliamo che gli utenti facciano! Non riesco a inserire tutti i trucchi che voglio!
Bisogna essere creativi per distinguersi dagli altri!”

 

Allora ci sono alcune cose che puoi fare.

Ecco alcune tattiche e consigli che si possono utilizzare per scrivere annunci AdWords che vi porteranno ad aumentare le percentuali di click-through (letteralmente “cliccarci sopra”), aumentare i punteggi di qualità che significa pagare meno e aumentare i tassi di conversione dei click degli utenti in qualcosa di redditizio.

In Google si parla di parola chiave, o in inglese keyword, che altro non è quello che tu digiti nel motore di ricerca. Può essere una sola parola o una frase intera ma continua a chiamarsi keyword.

1. Rispecchiare l’obiettivo finale del visitatore

Dato che molti dei vostri concorrenti stanno utilizzando l’inserimento dinamico delle parole chiave e fanno offerte con parole chiave simili, noterete che molti dei loro annunci dicono la stessa cosa.

E’ facile perdersi nella mischia e ridurre le possibilità di ottenere quel click, quindi come puoi distinguerti?

Gli inserzionisti a volte perdono di vista ciò che i loro clienti stanno veramente cercando.

Questo è “l’obiettivo finale”, quello che la gente vuole veramente ottenere con l’aiuto del vostro prodotto o servizio.

Capire questo può essere il segreto per scrivere un annuncio che si distingue nel mare delle parole chiave.

Un esempio ipotetico:

Supponiamo di vendere prodotti per combattere l’acne e i visitatori cercano parole chiave come “aiuto per eliminare l’acne.”

Il titolo non dovrebbe chiedere “Problemi con l’acne?” ma dovreste parlare al loro obiettivo finale, cioè quello che vogliono raggiungere, con un titolo come “Dì addio all’acne una volta per tutte”.

Non rinunciare a uno spazio prezioso nell’intestazione per qualcosa che sanno già, ma fornisci la soluzione finale che stanno cercando.

Un esempio concreto:

Se tu fossi un compratore d’auto da privati in generale, i potenziali tuoi utenti potrebbero cercare qualcosa come:

WeBuyCars.com che informa il visitatore sul fatto che comprano macchine e quindi rispecchia l’Obiettivo Finale dell’utente che è vendere la propria auto.

Le inserzioni dovrebbero focalizzarsi nell’informare l’utente dicendo quello che vuole sentirsi dire:”Noi Compreremo la tua auto oggi”

Come andranno a vendere la macchina non è così  importante come riuscire effettivamente a venderla.

Con una intestazione come “Vendi la tua auto oggi” l’utente sul motore di ricerca si potrà domandare se dovrà aggiungere la propria autovettura su un portale e procedere da solo all’inserimento di tutti i dati per ottenere come risultato finale, ad esempio, richieste di contatto da utenti che ti fanno solo perdere tempo. O ancora peggio, ricevere telefonate da sette aziende interessate alla tua auto e che ti bombardano di spam fino alla morte?

Eseguendo questo test, in particolare per un compratore d’auto, usando sia “Hai Bisogno di vendere la tua auto?” e “Acquistiamo la tua auto oggi”, questo semplice ritocco del titolo ha determinato un aumento del 30% nelle conversioni.

2. Utilizzare il conto alla rovescia per innescare l’avversione alla perdita

Lo sapevate che siamo più motivati dall’idea di perdere che dell’idea di guadagnare?

Questa forza psicologica si chiama “avversione alla perdita” e può essere un modo efficace di incrementare le visualizzazioni del proprio annuncio.

Per fortuna, mettendo una piccola e particolare scritta nei tuoi annunci  non è così difficile.

E’ possibile impostare un semplice conto alla rovescia all’interno dei vostri annunci di testo, tutto quello che dovete fare è aggiungere questo simbolo all’interno del vostro titolo o descrizione: {=

Poi comparirà una finestra simile a questa:

google-countdown {=

Dopo aver impostato la data finale nel timer, nel tuo annuncio apparirà un conto alla rovescia in tempo reale.

I visitatori che visualizzano gli annunci saranno motivati dalla paura di perdere qualcosa, dandovi il vantaggio rispetto ai vostri concorrenti che non utilizzano questa tattica.

Un esempio concreto:

L’agenzia pubblicitaria Merkle ha eseguito dei test per alcuni dei loro clienti durante il periodo pre-venerdì nero, il giorno che negli Stati Uniti da il via allo shopping natalizio giusto dopo il Giorno del Ringraziamento, hanno impostando un conto alla rovescia al giorno in cui sarebbero iniziate le vendite effettibe.

Ecco cosa hanno trovato:

Usando la funzione del timer per fare il conto alla rovescia dei giorni fino al Giorno del Ringraziamento e il giorno di inizio dei saldi durante il periodo delle vacanze, hanno scoperto che le visualizzazioni di questo annuncio erano superiori rispetto agli altri annunci senza questo timer.

Come risultato finale, hanno potuto constatare anche un incremento delle conversioni per una intera settimana.

Non sono stati gli unici ad aver ottenuto ottimi risultati con questa nuova funzione, una compagnia americana, Clarks America, ha avuto un aumento del 32% di visualizzazioni e un aumento del 3% di conversioni grazie all’utilizzo della funzione del conto alla rovescia.

Se ti chiedi perché un annuncio esce di più se funziona meglio, devi sapere che Google ha quello che definisce un punteggio di qualità: più un annuncio viene cliccato più è probabile che lo faccia uscire. Oltre al fatto che per ogni tuo annuncio cliccato Google ti chiede dei soldi, c’è una motivazione più profonda che pochissimi conoscono.

Ogni volta che tu fai una ricerca su Google, per Google stessa sono costi. Pochi certo, si parla di decimi di centesimo, ma moltiplicati per miliardi di ricerche diventa imperativo per loro limitare il più possibile, da qui il fatto che se il tuo annuncio viene più cliccato è probabile che esci più frequentemente e che paghi per click meno degli altri.

3. Tenete sempre aggiornati i vostri annunci

Certe cose sono più rilevanti o emozionanti quando sono appena successe, quanto accaduto recentemente otterrà più visibilità e interesse di quello che è successo tre mesi fa.

Lo stesso vale per i tuoi annunci AdWords.
Avete mai provato a testare un annuncio nel quale è indicato quanti clienti avete servito null’ultimo mese o durante l’ultimo anno?

Hanno messo alla prova questa teoria per un’azienda contabilità fiscale.

L’annuncio più aggiornato ha visto un enorme aumento del 217% in CTR (=la percentuale di click sugli annunci) e il miglioramento del 23% nei tassi di conversione.

4. Inserire numeri nell’annuncio

L’inserimento dei numeri nel vostro annuncio può farlo sembrare più accurato e credibile.

Come per esempio:

Amy Hebdon ha creato un nuovo annuncio ricco di numeri e dati ed in competizione con l’annuncio standard, il nuovo annuncio ha ricevuto un elevato tasso di visualizzazioni pari all’88%. In quanto la specificità del nuovo annuncio lo ha potuto rendere un po’ più credibile rispetto all’altro annuncio.

E’ stato dimostrato che i numeri specifici come 1.542 possono aumentare le visualizzazioni invece di cifre tonde come 1.500 +.

Quindi se includete un numero, scrivete il numero esatto!

5. Rendere gli annunci più personali

Quando si tratta di scrivere gli annunci, è bene non scrivere “noi”, “voi”, “io” perché possono limitare le vostre probabilità di ottenere click, la cosa migliore è scrivere “tu”.

Dato che siamo ancora all’età della pietra per quanto riguarda il mondo della pubblicità e non si può aggiungere il nome del visitatore ai nostri annunci automaticamente, dobbiamo accontentarci della seconda miglior opzione a nostra disposizione.

Individuare uno spazio disponibile dove puoi includere la parola “tu” nel titolo o nella prima riga della descrizione. E come sempre, porterà benefici.

6. Fate annunci super localizzati

google-adwords-local-map-featured

Molti inserzionisti rivolgono i propri annunci a più di una città quando creano le loro campagne AdWords, molti li pubblicizzano anche a livello nazionale.

Anche se si offrono servizi a livello mondiale, il tuo scopo è di dare il benvenuto e dimostrare ai potenziali clienti che c’è qualcuno pronto ad aiutarli proprio dietro l’angolo.

Potreste già avere un numero verde che utilizzate per tutti gli annunci e le landing pages AdWords, o forse anche più numeri.

Avere i numeri di telefono relativi alla posizione geografica del visitatore può far raddoppiare i tassi di conversione.
Sì, che ci crediate o no, i vostri numeri telefonici potrebbero lavorare contro di voi.

Come si può mettere questo alla prova nei vostri annunci AdWords?

Con la creazione di campagne AdWords specificando l’area geografica facendo la copia dell’annuncio più volte e acquistando da qualche operatore telefonico i prefissi telefonici di chiamata per tale area geografica.

L’obiettivo qui è quello di far sapere ai vostri potenziali clienti che voi siete li vicino, proprio dietro l’angolo, con una mano tesa in caso di bisogno.

Se state ancora utilizzando il regolare trasferimento di chiamata di Google nelle vostre estensioni delle chiamate, fermatevi immediatamente.

Andate da aziende che forniscono servizi di monitoraggio delle chiamate come CallRail oppure Call Tracking Metrics e cominciate a comprare tutti i loro numeri di telefono locali.

Vuoi un parere?
Non ti costa nulla.